Messaggio della Vergine Maria a Medjugorje. La richiesta che fa è chiara, rispondiamo alla chiamata

Un messaggio breve ma preciso. “PREGHIERA e CONVERSIONE” non una molte parole questa volta, non ci gira troppo intorno, la richiesta è chiara. Forse non ce ne rendiamo conto, forse è la quotidianità, o forse è solo che i nostri problemi li mettiamo al primo posto come se quelli altrui fossero minori.

Il punto è che Dio manda messaggi continui attraverso i veggenti a Medjugorje, eppure in chiesa vediamo sempre le stesse facce, per le strade, nei posti di comando, nelle notti che non finiscono mai, vediamo sempre le stesse facce e le stesse azioni. Allora cosa dobbiamo fare? Nulla semplicemente affidarci alla sua parola, semplicemente adempiere al compito che ci è stato dato alla nascita; Salvare la nostra anima e più anime possibili, guadagnare la vita eterna per noi e per coloro che non riescono a trovare la strada che porta a Dio. Essere credenti non ci rende superiori rispetto ad un ateo, ma ci carica semplicemente del fardello che abbiamo, quello di rendere grazie a Dio anche per coloro che non lo fanno. Cari figli! In questo tempo di grazia vi invito alla preghiera. Pregate e cercate la pace, figlioli. Lui che è venuto qui sulla terra per donarvi la Sua pace, senza far differenza di chi siete o che cosa siete – Lui, mio Figlio, vostro fratello – tramite me vi invita alla conversione perché senza Dio non avete né futuro né vita eterna. Perciò credete, pregate e vivete nella grazia e nell’attesa del vostro incontro personale con Lui. Grazie per aver risposto alla mia chiamata”. ” recitiamo insieme queste due preghiere. Una per la nostra di anima e una per salvare coloro che sono lontani dalla grazia del signore:  Io (nome e cognome),  dono e consacro al Cuore adorabile di nostro Signore Gesù Cristo  la mia persona e la mia vita, (la mia famiglia/il mio matrimonio), le mie azioni, pene e sofferenze,  per non voler più servirmi d’alcuna parte del mio essere,  che per onorarlo, amarlo e glorificarlo. E’ questa la mia volontà irrevocabile:  essere tutto suo e fare ogni cosa per suo amore,  rinunciando di cuore a tutto ciò che potrebbe dispiacergli. Ti scelgo, o Sacro Cuore, come unico oggetto del mio amore,  come custode della mia via, pegno della mia salvezza,  rimedio della mia fragilità e incostanza, riparatore di tutte le colpe della mia vita e rifugio sicuro nell’ora della mia morte.  

Sii, o Cuore di bontà, la mia giustificazione presso Dio, tuo Padre,  e allontana da me la sua giusta indignazione.  O Cuore amoroso, pongo tutta la mia fiducia in te,  perchè temo tutto dalla mia malizia e debolezza,  ma spero tutto dalla tua bontà. Consuma, dunque, in me quanto può dispiacerti o resisterti;  il tuo puro amore s’imprima profondamente nel mio cuore,  in modo che non ti possa più scordare o essere da te separato.  Ti chiedo, per la tua bontà, che il mio nome sia scritto in te, poichè voglio concretizzare tutta la mia felicità e la mia gloria nel vivere e morire come tuo servo. Amen. Per gli altri: “Ti adoro, o Croce Santa, che fosti ornata del Corpo Sacratissimo del mio Signore, coperta e tinta del suo Preziosissimo Sangue. Ti adoro, mio Dio, posto in croce per me. Ti adoro, o Croce Santa, per amore di Colui che è il mio Signore. Amen”.

Lascia un commento