San Raffaele, un potente guaritore per chiunque sta soffrendo in questo momento

Il nome dell’arcangelo in ebraico significa “guaritore divino”.

Tra i tre arcangeli chiamati nella Bibbia, San Raffaele è probabilmente il meno conosciuto. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che San Raffaele si trova solo nell’Antico Testamento (e solo in un libro non considerato canonico dagli ebrei o dai cristiani protestanti), mentre Gabriele e Michele sono in primo piano nel Nuovo Testamento.

San Raffaele è un potente intercessore che non dovremmo dimenticare, specialmente nei momenti in cui abbiamo più bisogno di cure.

Raffaello si trova nel Libro di Tobia, dove si rivela un guaritore di mente, corpo e spirito. La prima parte della storia biblica narra la vita di Tobit, un ebreo virtuoso che si prese la sepoltura dei morti anche quando era proibito dai suoi rapitori assiri. Tobit divenne cieco dopo che gli escrementi di uccelli gli caddero nei suoi occhi. La cecità durò per diversi anni e mandò Tobit in una profonda angoscia, creando in lui il desiderio di morire.

Nello stesso tempo c’era una donna di nome Sarah che era tormentata da un demone. Si sposò sette volte, ma ogni volta il suo sposo fu ucciso dal demonio la notte delle nozze, prima che il matrimonio potesse essere consumato. Anche lei era profondamente depressa e desiderava la morte.

San Raffaele fu inviato ad entrambi. Ha portato la loro guarigione accompagnando il figlio di Tobia, Tobias, in un viaggio per trovare un particolare tipo di fegato di pesce con proprietà curative. Raffaello era camuffato da guida di Tobias, e in questa tradizione è spesso invocato dai pellegrini.

Sulla via del ritorno a casa, Raffaele e Tobia si fermarono a casa dei parenti di Tobit: i genitori di Sarah. Tobias e Sarah si innamorarono e la loro notte di nozze, l’impegno di Tobias di amore casto, risvegliato dal potere angelico di Raffaello, sconfisse il demone.

Tornando a casa con la sua sposa, Tobias posò il fegato di pesce sugli occhi di Tobit e la sua cecità fu guarita. Alla festa di matrimonio di Tobias e Sarah, la famiglia si girò per ringraziare Raffaele, che solo allora si rivelò come un arcangelo.

La parola Raffaele in ebraico può essere resa come: “Dio guarisce”, “Guaritore divino” o “Rimedio di Dio”. La sua missione angelica sulla terra è di guarire, che è molto importante per coloro che soffrono in qualsiasi modo.

Qui sotto c’è una preghiera a San Raffaele per qualsiasi intenzione tu possa avere, specialmente per chiunque tu sappia chi potrebbe essere ferito in questo momento. Alla luce degli eventi recenti, tutti noi dovremmo pregare per la guarigione del mondo e per tutte quelle sofferenze nella mente, nel corpo o nello spirito.

Glorioso Arcangelo San Raffaele, grande principe della corte celeste, sei illustre per i tuoi doni di saggezza e grazia. Sei una guida di coloro che viaggiano per terra o per mare o per aria, consolatore degli afflitti e rifugio dei peccatori. Ti prego, aiutami in tutti i miei bisogni e in tutte le sofferenze di questa vita, come una volta che hai aiutato il giovane Tobias nei suoi viaggi. Poiché tu sei la “medicina di Dio”, ti prego umilmente di guarire le molte infermità della mia anima e le malattie che affliggono il mio corpo. Ti chiedo soprattutto il favore (qui menzioni la tua intenzione speciale) e la grande grazia della purezza di prepararmi ad essere il tempio dello Spirito Santo. Amen.

Lascia un commento